Potatura dei Bonsai di Acero tridente

PotaturaPinzaturaDefogliazioneSelezione delle gemme   Cura del Bonsai di Acero tridente

I bonsai di acero sono tra i più popolari fra i bonsaisti. La caratteristica più bella e sorprendente di un bonsai di acero ben impostato è una ramificazione molto fine ed equilibrata. Per ottenere una ramificazione così fine e densa, bisogna controllare l'intera stagione di crescita del bonsai di acero, analizzandone lo sviluppo.

Per controllare la crescita, vengono utilizzate 3-4 tecniche diverse: potare il bonsai, pinzare, defogliare e selezionare i germogli. Qui usiamo come esempio un bonsai di acero tridente (Acer buergerianum) per mostrare ciò che deve essere tenuto presente.

Potatura

In qualsiasi momento in cui i rami dell'acero tridente sono chiaramente visibili, vale a dire in autunno, all'inizio della primavera e dopo una defogliazione, è possibile potare un bonsai di acero tridente. Poiché il bonsai non ha foglie che ci ostacolano in alcun modo, è molto facile vedere quali rami o ramoscelli devono essere potati. A tale scopo si dovrebbe considerare il pericolo di sanguinamento in primavera, quindi non eseguire la potatura troppo tardi.

Lo scopo di potare un bonsai di acero tridente è ottenere la tipica forma morbida, sinuosa e delicata di un acero. Se necessario, è possibile rimuovere angoli troppo acuti, rami a crescita verticale e estremità dei rami spesse completamente indesiderate.

Inoltre, i germogli opposti caratteristici ma antiestetici di un acero possono essere elaborati in modo da ottenere un andamento di crescita alternativo. Per fare ciò, si seleziona il germoglio che si ritiene più adatto e si rimuove l'altro.

Per tagliare i sottili germogli di acero tridente bastano delle forbici affilate per bonsai. A partire da uno spessore di circa 5-6 mm è meglio usare una tronchese per bonsai (si preferisce una tronchese prevalentemente concava).

Dopo aver accorciato un ramo spesso, è estremamente importante applicare una pasta cicatrizzante. I bonsai di acero, come l'acero tridente qui esaminato, hanno una corteccia molto liscia. I punti segnati più vasti possono rimanere visibili per molto tempo e influenzano la qualità dell'albero. La pasta cicatrizzante per bonsai (dal Giappone) offerta nel negozio supporta molto bene il processo di guarigione.

Il grande vantaggio di questo mastice cicatrizzante è la facilità di applicazione e, soprattutto, di rimozione. Non utilizzare in nessun caso agenti come LacBalsam. Essi aiutano nella chiusura della ferita, ma non vanno mai via. Se provate a rimuovere LacBalsam dopo 1-2 anni, danneggerete di nuovo automaticamente la ferita e la riaprirete.

Pinzatura

Poiché gli aceri tridenti germogliano molto rapidamente in primavera, è necessario un monitoraggio costante della crescita al fine di prevenire lunghi internodi (distanza fra le foglie). La pinzatura viene utilizzata per mantenere i germogli in rapporto equilibrato nelle varie parti dell'albero bonsai. Poiché ciò non accade uniformemente ovunque, è necessario tenere d'occhio i processi di crescita grazie a controlli giornalieri.

Se si osserva attentamente l'acero tridente, è possibile vedere chiaramente quali gemme devono essere pinzate per prime.

Le gemme più forti si trovano nelle parti più alte dell'albero e sulla parti esterne dei rami. Sono più spesse e possono essere facilmente distinte da quelle più deboli. Se ci sono tre gemme una accanto all'altra in un punto (questo è il caso normale), quella centrale germoglia sempre per prima.

Acero tridente bonsai - Pinzatura (Acer buergerianum)
⧉ Acero tridente bonsai - Pinzatura

Quando i primi germogli hanno raggiunto il punto in cui si possono facilmente vedere le tre foglioline, si rimuove la foglia centrale con una pinzetta o con le dita, allargando con cura le due foglie laterali. A questo punto, dopo qualche tempo emergeranno nuovi germogli.

In seguito i due nuovi germogli vengono pizzicati di nuovo. Inoltre, dopo la pinzatura, spesso continuano a spuntare nuovi germogli all'interno della chioma.

Se si è perso il tempo esatto della germogliazione, sarà purtroppo molto difficile ottenere un ramo armonioso con una successiva correzione. Quindi, di solito, l'unica soluzione è una potatura più intensa.

Defogliazione

Un'importante tecnica di impostazione dei bonsai con cui l'energia, ad esempio di un acero tridente, può essere riportata in equilibrio è la defoliazione. Di solito questo non implica un taglio completo delle foglie. Ciò potrebbe indebolire l'albero e probabilmente sbilanciarne il vigore.

Il taglio delle foglie viene eseguito per consentire una migliore ramificazione con un ulteriore germogliazione (forzata) nel corso dell'anno e per raggiungere un equilibrio del numero di gemme su tutte le parti dell'albero.

Si rimuovono quindi solo le foglie delle aree esterne forti dei rami per compensare la differenza tra il numero e la forza delle gemme di tutte le aree. Ciò vuol dire che al contrario, le foglie sui germogli più deboli rimangono sull'albero per rafforzare questi stessi germogli.

Un altro vantaggio del taglio parziale delle foglie è il fatto che i rami defoliati non aumentano di spessore, in modo che anche la forza di tutti i rami possa essere equilibrata.

Selezione delle gemme

Oltre alla modellatura, potando l'acero tridente, la forma e il vigore possono essere influenzati in modo abbastanza positivo selezionando le gemme adatte. La selezione e la rimozione delle gemme, se necessario, possono essere effettuate nel corso dell'intera stagione vegetativa. Dovrebbero essere mantenute tutte le gemme utili e desiderate e rimosse rapidamente quelle indesiderate. Questo crea una buona base per la crescita equilibrata e desiderata dell'albero durante tutto l'anno.