Akadama terriccio bonsai: Buona stabilità, Drenaggio eccellente, Prezzo competitivo

L'Akadama (Akadamatsuchi) è un substrato bonsai indispensabile per il rinvaso del bonsai e utilizzato dalla maggior parte degli appassionati di bonsai in tutto il mondo. Si tratta di un granulato di argilla con una, come dice già il nome (giapponese 赤玉土 = terra rossa), di colore dal rosso al marrone rossastro.

Akadama si trova naturalmente sull'isola di Honshu (montagna Akayi - vicino a Tokyo), viene estratto lì in miniera a cielo aperto e viene esportato in tutto il mondo. Akadama è di origine vulcanica.

Importiamo questo terreno di Ibaraki Akadama direttamente dal Giappone. Questo ci permette di offrire un prezzo competitivo per tutte le dimensioni dei granuli del terreno dei bonsai akadama. Ibaraki akadama è il marchio giapponese di una sorta di alta qualità di akadama.

Ibaraki Akadama ha eccellenti proprietà di un terreno dei bonsai:

  • Assicura una buona stabilità dell'albero
  • Ottima permeabilità all'aria
  • Quasi nessuna tendenza alla compattazione del suolo
  • Eccellenti proprietà drenanti (ottimo contro il marciume radicale)
  • Elevata capacità di trattenere le sostanze nutritive nel suolo una volta ingerite
  • Buona capacità tampone contro le fluttuazioni del valore pH

Qualità Akadama: Akadama Hard Quality / Akadama Soft Quality = Double line brand / Single line brand = Qualità duro / Qualità morbida

Akadama terriccio per bonsai è molto stabile dimensionalmente, difficilmente si compatta e si decompone solo lentamente. A seconda della qualità del terreno utilizzato, dovrebbe essere sostituito dopo 2-4 anni. Durante questo periodo Akadama perde lentamente la sua rugosità, la permeabilità all'aria diminuisce, il contenuto di sale aumenta e di conseguenza l'umidità del suolo aumenta. In questo modo si perdono i vantaggi essenziali - uno scambio diventa necessario.

  • Akadama Hard Quality, Double line brand, Qualità duro (giapponese 硬質, Kōshitsu): È strutturalmente più stabile (4-5 anni). Akadama Hard Quality ustione dovrebbe essere presa se il bonsai rimane più di 3 anni senza rinvaso nella ciotola. Questo vale soprattutto per i bonsai più vecchi e per la maggior parte dei bonsai di conifere.
  • Akadama Soft Quality, Single line brand, Qualità morbida (giapponese 上質, Jōshitsu): Fino a 3 anni di stabilità strutturale. Può essere usato per i bonsai che vengono spesso rinvasati (specialmente giovani, alberi decidui con radici forti, ma anche altre piante come i fiori).

Grani di Akadama:

Akadama terriccio per bonsai è disponibile in varie granulometrie (fine 1-5mm, medio 5-10mm e grossolano 10-20mm) presso i rivenditori specializzati in bonsai. Si prega di selezionare la dimensione del grano qui.

Le miscele a grana grossa sono utilizzate per migliorare il drenaggio nella parte inferiore del substrat bonsai, mentre le miscele a grana fine sono utilizzate come strato superiore. Molti designer di bonsai sette Akadama prima dell'uso una volta per rimuovere gli ingredienti fini (polvere) e aumentare ulteriormente la permeabilità all'acqua e all'aria.

Akadama e Miscele di terre de bonsai:

Akadama è per lo più utilizzato puramente, cioè al 100%. A volte, tuttavia, è anche aggiunto più o meno fortemente come componente di una miscela di terra. Questo dipende essenzialmente dal tipo di pianta e dall'età del bonsai. Combinando i vantaggi dell'argilla con un'ottima permeabilità all'acqua, è possibile ridurre la percentuale di sabbia e ghiaia in una miscela di terra.

Se è richiesto un valore di pH leggermente acido (ad es. per tamponare quando si utilizza acqua più dura), è possibile aggiungere un po di torba (30%).

È difficile dare una ricetta generale per l'uso di Akadama in miscele di bonsai. In generale si può dire che le piante più vecchie hanno una percentuale maggiore di Akadama rispetto alle piante giovani.

Alcune specie arboree sembrano tollerare male l'Akadama puro (ad es. Larix - larice).

Akadama e l'irrigazione:

Akadama può immagazzinare acqua, ma grazie alla sua buona permeabilità all'acqua può essere irrigato più spesso del solito, a seconda della proporzione di Akadama. Quando usato puro, questo può significare che deve essere versato più volte al giorno durante l'estate.

In Giappone, dove molti bonsai sono disegnati nell'Akadama puro, l'irrigazione è molto più frequente che in Germania. Tuttavia, con questo substrato che si rovescia e il conseguente ristagno d'acqua è quasi impossibile.

A seconda dell'assorbimento d'acqua, il colore cambia da un marrone rossastro chiaro (secco) a quasi marrone (umido). Questo cambiamento di colore permette di vedere facilmente quando è il momento dell'acqua.

Importante: Poiché Akadama viene consegnato asciutto, è importante innaffiare bene subito dopo lo stufato. In caso contrario possono verificarsi danni alle radici.

Akadama e fertilizzare:

Più alta è la proporzione di Akadama nella miscela del suolo (simile ad altri substrati minerali - ad esempio scisto espanso), più attenzione deve essere prestata alla fertilizzazione.

I concimi minerali disciolti in acqua vengono rapidamente eliminati e quindi non sono più a disposizione della pianta. Se si devono utilizzare fertilizzanti minerali, per applicazioni frequenti si raccomanda un dosaggio ridotto.

L'uso di fertilizzanti organici (Biogold Bonsai fertilizzante, trucioli di corno) ha dato buoni risultati. A causa del lento processo di rilascio delle sostanze nutritive, i bonsai sono adeguatamente e soprattutto uniformemente forniti per un lungo periodo di tempo. Non c'è praticamente nessuna sovrafertilizzazione o salinizzazione del suolo.

pH di Akadama terriccio per bonsai:

pH 6.5-6.9, cioè leggermente acido. A causa dell'elevata capacità tampone di questa terra, il valore di pH difficilmente aumenta.