Bonsai olmo cinese - Potatura

Taglio bonsai all'olmo cinese - Generale:

I bonsai dell'olmo cinese (Ulmus parvifolia) sono tra i bonsai più acquistati in Germania. Sono importati in grandi quantità, per lo più da grossisti olandesi, e venduti attraverso il commercio al dettaglio. Sono bonsai molto robusti e vigorosi. Mantenuto in modo ottimale un olmo chinese Bonsai cresce in estate circa 15cm al mese. Per questo motivo, di solito devono essere tagliati tre volte all'anno. In questo articolo potete vedere quanto sia facile tagliare un bonsai di olmo.

Di solito l'olmo cinese è svernato nella stanza. A causa delle alte temperature nella stanza, l'olmo consuma molta energia in inverno. Per ottenere abbastanza energia (zucchero) dalla fotosintesi prima dell'inverno, abbiamo tagliato il bonsai dell'olmo cinese solo fino a metà agosto. Dopo di che lasciamo crescere l'albero, lo sverniamo (a circa 6-8°C) e lo tagliamo il prossimo febbraio, poco prima delle riprese.

Suggerimento utile: non posizionare un bonsai di olmo cinese in inverno troppo caldo. Una posizione molto luminosa e molto fresca è ottimale. Anche le gelate leggere sono tollerate da questa specie di bonsai.

Taglio di olmo cinese - preistoria del bonsai in mostra:

  • Importiamo tutti i nostri bonsai in camera direttamente dall'Asia, soprattutto dalla Cina. L'impianto qui raffigurato è stato importato in un contenitore refrigerato alla fine di gennaio e non aveva foglie nuove. Alla fine di febbraio (vedi foto 1) ha germogliato bene e velocemente.
  • All'inizio di marzo è stata avviata la concimazione. Fertilizziamo quotidianamente con un dosatore di fertilizzante sopra l'acqua. Un sacco di fertilizzante azotato viene somministrato fino all'inizio di agosto. Un bonsai di olmo è felice di questo e cresce enormemente.
  • 1. Potatura drastica all'inizio di giugno. Fino ad allora i germogli erano già lunghi 20 cm.
  • Fino all'inizio di luglio l'olmo cinese è stato permesso di crescere. Il secondo taglio qui mostrato è stato effettuato nella seconda settimana di luglio. Se il bonsai non viene acquistato prima, la terza potatura avviene nella seconda settimana di agosto.

Figura 1: Panoramica del bonsai dell'olmo: Dopo l'importazione a febbraio, prima del taglio a luglio e dopo la potatura. E bello vedere lo sviluppo entro 5 mesi. La corona è notevolmente più densa dopo soli 2 tagli.
Taglio un Bonsai olmo cinese

Figura 2: Con sufficiente fertilizzante, non solo il bonsai cresce rapidamente, ma anche le erbacce. E' stata rimossa prima del taglio posteriore.
Taglio un Bonsai olmo cinese (Ulmus parvifolia)

Prima di tagliare un bonsai, è necessario considerare la direzione di sviluppo. Questo bonsai di olmo è stata data una forma di base. Non volevamo cambiare molto questa forma. Dopo tutto, l'albero è una merce in vendita che non rimane a lungo con noi nella scuola bonsai. Una riprogettazione fondamentale andrebbe oltre i limiti di tempo e di prezzo di un tale bonsai di olmi cinesi. Pertanto, normalmente lasciamo la forma base fornita e la tagliamo solo su di essa. Ma questo da solo migliora significativamente il bonsai in poco tempo.

Figura 3: Per tagliare la corona di un bonsai di olmo, è meglio usare un'ampia forbice per bonsai. Con esso si taglia semplicemente lungo la forma di base. I singoli rami principali possono essere elaborati un po'. I cuscini che ne risultano dovrebbero fuoriuscire leggermente verso l'esterno.
Taglio un Bonsai olmo cinese (Ulmus parvifolia)

Figura 4: I Bonsai di olmi cinesi hanno un legno molto morbido e i germogli diventano rapidamente legnosi. Spesso è più facile tenere i germogli con una mano e tagliarli con l'altra.
Taglio un Bonsai olmo cinese (Ulmus parvifolia)

L'intera potatura, compresa la rimozione delle erbe infestanti, richiede solo 5-10 minuti per un bonsai amico addestrato, per un bonsai amico non addestrato possono essere necessari 30-60 minuti. Tutto sommato una piccola spesa annua e anche per i principianti nel Bonsai hobby Bonsai bene a padroneggiare.

Man mano che l'olmo cinese cresce rapidamente, gli errori che si sono verificati durante il taglio possono essere compensati in pochi mesi. L'importante è: la cura deve essere giusta, cioè molta luce, concime e acqua sufficienti durante il periodo di crescita e molta luce e temperature non troppo elevate durante la fase di riposo.