Togliere il filo dal bonsai

Quando rimuovere il filo bonsai ? Come si fa ?
Filatura bonsai Errori evitabili Confronto Alluminio-Rame

Per poter modellare bene un bonsai, va applicato il filo. Ciò significa che i rami vengono avvolti con filo per bonsai di vari spessori e piegati nella posizione desiderata.

Quasi più importante della corretta applicazione del filo è la sua rimozione. Si possono commettere molti errori durante quest’operazione ma questi errori possono deteriorare rapidamente e significativamente la qualità di un bonsai.

Quando deve essere rimosso il filo per bonsai ?

  • Non appena un ramo mantiene la posizione senza filo. Questo può essere il caso dopo un breve periodo di tempo con alcuni alberi decidui che lignificano rapidamente (evonimi, azalee, bonsai di ligustro). I giovani germogli di evonimo mantengono la posizione dopo solo 6-8 settimane dall’applicazione del filo e non ne hanno quindi più bisogno.
  • Se nei punti di pressione i solchi lasciati dal filo diventano troppo profondi, essi rimarranno visibili a lungo. Questo succede, particolarmente, con alberi dalla corteccia molto liscia (bonsai di acero giapponese).
  • Quando i rami potrebbero morire a causa della pressione del filo.
  • Il filo si applica ai rami alla fine della stagione vegetativa. In molti casi, considerate la possibilità di rimuovere il filo per bonsai prima della germogliazione. Questa operazione è molto più facile senza foglie. E con la crescita vigorosa della primavera, il filo segna rapidamente la corteccia.

Rimuovere il filo per bonsai - Come si fa

Dopo che a un bonsai è stato applicato il filo, naturalmente continuerà a crescere. Ciò è molto auspicabile, è l'unico modo per creare nuove parti lignificate, il ramo avvolto dal filo si ispessisce e può successivamente mantenere la nuova posizione anche senza l'ausilio del filo.

Più spesso è il ramo, più il filo preme sulla corteccia e lascia tracce ben visibili.

Finché il filo preme solo leggermente sulla corteccia, non è un problema. Nella maggior parte delle specie di bonsai (ad esempio bonsai di larice, bonsai di pino bianco) i solchi dovuti ai punti di pressione (vedi Fig.3) si rimarginano rapidamente dopo che i fili sono stati rimossi. Solo con bonsai con corteccia molto liscia (ad es. Faggio europeo) dovremmo stare molto attenti quando lo applichiamo, poiché le tracce del filo rimarranno visibili a lungo sulla corteccia liscia.

Se un filo preme più forte (immagine sopra), è giunto il momento di rimuoverlo. A tale scopo vengono utilizzate delle pinze taglia filo per bonsai.

Grazie alla forma speciale di queste pinze, la corteccia non viene danneggiata quando il filo viene rimosso: un grande vantaggio rispetto, ad esempio, a un tronchese diagonale del ferramenta.

Tra un anno, su un pino, questi segni non saranno più visibili.

Con molti bonsai con legno molto tenero (ad esempio la maggior parte delle conifere), spesso è necessario avvolgere un nuovo filo dopo aver rimosso quelli vecchi, altrimenti il ramo tornerebbe rapidamente alla sua vecchia posizione.

Il filo è stato avvolto nella direzione opposta a quella precedente. In questo modo i vecchi solchi dovuti ai punti di pressione possono rimarginarsi e il ramo viene tenuto nella posizione desiderata senza rischi.

È importante controllare spesso un bonsai su cui è applicato il filo per evitare che il filo bonsai segni la corteccia. Da quanto segna il filo, il bonsaista capisce che il filo preme così tanto che non può più essere rimosso senza ferire la pianta. Questo dovrebbe essere evitato, se possibile.

Le immagini successive mostrano un filo che segna parzialmente un pino silvestre. Le deformazioni e le ferite risultanti sono visibili a lungo.

Il filo per bonsai incarnito è difficile da rimuovere. È meglio tagliarlo in piccoli pezzi e cercare di estrarlo lateralmente attraverso il solco formatosi.