Potatura dei bonsai di melo

Cura Formazione

I bonsai di melo (Malus) crescono rapidamente e vigorosamente. All'inizio di giugno bisogna potare abbondantemente il melo per mantenere la forma del bonsai e per creare una chioma ben ramificata. Se il bonsai di melo porta frutti (particolarmente abbondanti per la maggior parte delle varietà di meli ornamentali), una potatura drastica non è così semplice.

La ragione: sui meli, i fiori si formano spesso sulla punta del nuovo germoglio in primavera. Anche se si tratta spesso di germogli più corti, dobbiamo rimuovere i frutti se vogliamo potare questa nuova crescita sul bonsai di melo. Questo diventa un problema se vogliamo lasciare il frutto sul bonsai.

Come si pota il bonsai di melo se voglio conservare il frutto ?

Bonsai ornamentali (Malus): dopo la spettacolare fioritura primaverile, è normale avere numerosi frutti. Può esserci molto di più di quanto mostrato nell'immagine 1.

Variante 1: rimozione di tutti i frutti, taglio di tutti i germogli corti e lunghi

Si consiglia di rinunciare alle mele ogni 2-3 anni e di concentrarsi sulla potatura drastica del bonsai eliminando tutti i frutti.

Dopo una potatura drastica al momento giusto (l'inizio di giugno è perfetto), un bonsai di melo sano germoglierà vigorosamente. La ramificazione fine migliora.

Si può effettuare un’altra potatura all'inizio di agosto. Vantaggio di questa variante: l’anno seguente il bonsai di melo avrà una chioma molto più compatta. Allora potremo goderci ancora di più i frutti.

Variante 2: tagliare tutti i germogli lunghi, conservando tutti i frutti e i germogli corti

I boccioli dei fiori e poi i frutti (qui nell'esempio di un melo di granchio) di solito si formano all'estremità di germogli corti (Fig. 2, linea rossa). Questi germogli possono essere eventualmente lasciati.

Possiamo tagliare i fastidiosi germogli lunghi (figura 3, linea rossa) nel punto A (figura 3) senza dover rimuovere il frutto.


Variante 3: Tagliare tutti i germogli lunghi + tagliare parte dei germogli corti con i frutti

Tutti i germogli lunghi sono stati rimossi (= variante 2). Inoltre, i singoli germogli corti con i frutti vengono completamente rimossi (vedi Fig.4), altri germogli corti vengono lasciati.

Variante 4: tagliare i germogli lunghi + tagliare parte dei germogli corti + rimuovere i singoli frutti

Oltre alla variante 3, i singoli frutti vengono rimossi dai rimanenti germogli corti (Fig.5). Per favorire un nuovo germoglio è utile non solo tagliare il frutto, ma anche potare la punta del germoglio corto. Se rimangono 20 mele sul bonsai, esso è ancora molto decorativo.

Il risultato (Fig. 6): Bonsai di melo potato secondo la variante 3 a sinistra e la variante 4 a destra.


Vantaggi (e anche svantaggi) delle varianti del taglio di bonsai di melo con frutti

  • Variante 1 - vantaggio: ramificazione fine migliore dopo la potatura drastica. Svantaggio: nessun frutto durante l'anno della potatura.
  • Variante 2 - vantaggio: tutti i frutti rimangono sull'albero. Svantaggio: molti frutti costano energia al melo. Quasi nessun miglioramento nella ramificazione fine.
  • Variante 3 - vantaggio: abbastanza frutti rimangono sull'albero. Svantaggio: ancora molti frutti che costano energia al melo. La ramificazione fine migliora.
  • Variante 4 - vantaggio: migliore opzione. Quasi tutti i germogli sono stati tagliati e ci sono ancora frutti sull'albero.