Consulenza specialistica.<br/> Propria produzione Bonsai.

Consulenza specialistica.
Propria produzione Bonsai.

Nostra esperienza - vostro vantaggio<br/>Importazione diretta = Piccoli prezzi

Nostra esperienza - vostro vantaggio
Importazione diretta = Piccoli prezzi

Spedizione immediata in Europa.<br/>Diritto di ritorno e scambiare.

Spedizione immediata in Europa.
Diritto di ritorno e scambiare.

Tutti metodi di pagamento.<br/>SSL Connessione = Sicurezza.

Tutti metodi di pagamento.
SSL Connessione = Sicurezza.

Cura e mantenimento dei bonsai: Luce, irrigazione, fertilizzazione, terreno, rinvaso

Mantenere un bonsai è molto più facile di quanto spesso si pensi. Anche se ci sono cose specifiche da considerare nella cura dei bonsai per ogni specie arborea, ci sono alcune regole di base che si applicano a tutti i bonsai. Se si seguono questi consigli di cura Bonsai o regole di base è la cura Bonsai tutto in una volta abbastanza semplice.

Cura dei Bonsai - Fattore Luce

I bonsai, come ogni pianta, traggono la loro energia dalla luce. Per fare questo eseguono la fotosintesi. La luce è il fattore di cura del bonsai più importante. Collocare sempre le piante di bonsai in posizione luminosa.

Soprattutto quando si tiene il bonsai da interno in casa, la luce gioca un ruolo decisivo. Una normale lastra di vetro riduce significativamente la luce. Con i doppi e tripli vetri comunemente usati oggi, la quantità di luce disponibile è già molto ridotta. Se è disponibile solo una finestra nord, i bonsai raggiungeranno il loro limite nella stagione buia (cioè i giorni sono più brevi delle notti). Poi buttano via le foglie. Specialmente quando le temperature sono elevate allo stesso tempo.

Fattore di cura del Bonsai - Fertilizzante

I bonsai hanno bisogno di materiale da costruzione = molecole per costruire cellule. Questi li prendono insieme con l'acqua sulle radici. Durante la stagione di crescita, concimate regolarmente i vostri bonsai con ciò di cui il bonsai ha bisogno.

Se, ad esempio, una giovane pianta di bonsai o un prebonsai deve crescere in tempesta nella fase di crescita per formare un tronco spesso, la pianta di bonsai ha bisogno di molto azoto. Gli amminoacidi sono formati da azoto, le proteine sono formate da amminoacidi e le proteine sono gli elementi di base di qualsiasi cellula. Vogliono la crescita - fertilizzarli ricchi di azoto e molto.

Quando si mantiene un bonsai più maturo o alla fine della stagione di crescita (settembre-ottobre) tende a fertilizzare meno azoto. Ma anche qui - non lasciate che il vostro bonsai "muoia di fame". Il fertilizzante è un importante fattore di cura del bonsai. I bonsai non sono piccole piante malnutrite.

Fattore di cura dei bonsai - Irrigazione

I nutrienti assorbiti dalla radice devono essere trasportati ai punti di consumo. L'impianto bonsai utilizza l'acqua per questo scopo. I nutrienti sono disciolti nell'acqua. L'acqua evapora agli stomi delle foglie, i nutrienti rimangono nella pianta del bonsai e sono usati per costruire le cellule. Nuova acqua con sostanze nutritive viene assorbita dalle cellule della radice e il ciclo ricomincia.

E quindi importante innaffiare correttamente il bonsai. Qui il mezzo è corretto con la maggior parte dei Bonsai. Cioè non innaffiare troppo poco ma non annegare la pianta dei bonsai. Moderatamente umido è ottimale per la maggior parte degli alberi bonsai.

Fattore di cura Bonsai - Terra

Le radici dei bonsai sono costituite da cellule che, come tutte le altre cellule vegetali, hanno bisogno di ossigeno. Affinché l'ossigeno sufficiente a raggiungere le cellule radicali, il bonsai deve essere ben permeabile. Evitare in ogni caso terreno per bonsai troppo fine. Questo è adatto solo per coprire lo strato superiore della terra. Gli amanti del bonsai esperti spesso vagliano gli ingredienti pregiati, specialmente la polvere, prima di invasare il loro bonsai e spesso gettano via questa frazione.

Fattore di cura dei bonsai - Temperatura

Tutti i processi di una pianta vivente dipendono dalla temperatura. Ciò significa che più alta è la temperatura, più veloce è il processo. Una temperatura superiore di 10°C raddoppia il metabolismo. La temperatura è spesso poco considerata con il Bonsaipflege, gioca comunque un ruolo cruciale, ad esempio con l'ibernazione di bonsai da interno. Se bonsai da interno nel semestre invernale in appartamento ottenere poca luce, che difficilmente possono produrre abbastanza energia. Aiutano molto la loro stanza in bonsai se la mantengono fresca in modo che il metabolismo (l'energia consumata) non sia troppo alto.


Cura dei bonsai - Nuovi messaggi


Cura dei bonsai: Il mio bonsai perde le foglie - cosa posso fare?

Una domanda da leggere frequentemente in ogni Bonsai Forum. Quasi ogni amante del bonsai ha sperimentato la caduta di foglie al Bonsai. Con un po di conoscenze di base, perde il terrore o può essere evitato completamente.

Di seguito abbiamo raccolto alcuni punti che possono aiutarti a rispondere.

Bonsai perde le foglie: motivi della perdita di foglie

  • La caduta completa delle foglie in autunno: Normale per la maggior parte degli alberi decidui in climi temperati. Quasi tutti i bonsai all'aperto perdono le foglie in autunno. Ma anche i bonsai di conifere possono naturalmente perdere tutte le foglie o gli aghi in autunno. Esempi tipici: Primeval sequoia Bonsai (Metasequoia), larice (Larix), larice dorato (Pseudolaris).
  • Spargimento parziale delle foglie in autunno: È completamente normale con molti bonsai ad ago (es. pino - pinus). Gli aghi degli anni passati sono stati abbandonati. Se questo "spargimento parziale" è normale dipende dalle specie arboree. Molte specie di conifere scartano gli aghi dopo 2-3 anni (ad esempio Pino di weymouth - Pinus strobus, Pino silvestre - Pinus sylvestris, Abete rosso - Picea abies), , ma alcuni solo molto più tardi (ad esempio Pini neri - Pinus nigra - loro aghi dopo 3-8 anni).
  • Saperne di più...


Cura dei bonsai - Fertilizzazione: Quali fattori devono essere considerati ?

Come con altre piante, è importante fertilizzare vigorosamente un bonsai per crescere, fiorire e produrre frutta. Il bonsai non dovrebbe essere malnutrito. Concimare il Bonsai a sufficienza e con il giusto fertilizzante.

I fertilizzanti per bonsai che si trovano nei negozi specializzati contengono tutte le sostanze nutritive importanti nelle giuste proporzioni per la maggior parte dei bonsai. Possono essere di origine organica (ad es. fertilizzante Biogold, farina d'ossa) o minerale e spesso differiscono solo nei rapporti di miscelazione dei singoli componenti, in particolare dei principali nutrienti.

I nutrienti principali sono azoto, fosforo, potassio, potassio, calcio, zolfo e magnesio, gli oligoelementi sono ferro, manganese, boro e altri.

Durante il periodo di crescita, l'approvvigionamento di azoto è particolarmente importante. Ciò è necessario per gli amminoacidi e le proteine ed è indispensabile per la struttura cellulare. I trucioli di corno e la farina di corno, meglio mescolati al terreno al momento del rinvaso, garantiscono un buon approvvigionamento di azoto del nostro bonsai, molto compatibile e uniforme.

Questi nutrienti principali sono normalmente presenti nel terreno e vengono costantemente assorbiti dalle radici. La conseguente perdita nel terreno deve essere regolarmente sostituita dalla concimazione, altrimenti si manifestano sintomi di carenza.

Lo scopo della fertilizzazione è quello di garantire la cura ottimale delle piante. Sia la carenza di nutrienti che la sovrafertilizzazione dovrebbero essere evitate. Entrambi hanno un effetto negativo sulla salute e sulla crescita del bonsai.

Saperne di più...


Cura dei bonsai - svernare: Cosa dovrebbe essere notato

L'ibernazione del Bonsai non differisce essenzialmente dall'ibernazione di altri boschi in vaso. A nostro avviso, ibernare un bonsai non è complicato. Tuttavia, alcuni punti di base devono essere considerati.

Il bonsai è resistente ?

A seconda del clima domestico di una specie di albero, i bonsai sono più o meno resistenti all'inverno o resistenti al gelo. In linea di massima, le specie di Bonsai possono essere divise in 3 gruppi a seconda della loro robustezza invernale:

  • Non resistente: Le specie arboree delle aree tropicali e subtropicali non sono resistenti. Nella loro patria, le temperature non scendono sotto i 3-4°C (eccezione nelle montagne). Sono geneticamente incapaci di resistere al gelo. Non è possibile adattare bonsai da queste zone a temperature inferiori a 3-4°C. Questo gruppo comprende molti bonsai da interna come Ficus Bonsai e Crassula Bonsai.
  • Bassa durezza al gelo: Le temperature intorno al punto di congelamento sono tollerate per un breve periodo di tempo. Queste specie di bonsai provengono da zone dove le gelate leggere si verificano raramente. Noi chiamiamo questo bonsai Bonsai mediterraneo. Ciò significa che hanno bisogno di protezione dalle gelate gravi e prolungate. Tipici rappresentanti di questo gruppo sono le specie arboree mediterranee come l'olivo e il melograno, ma anche specie arboree come l'olmo cinese.
  • Assolutamente resistenti: Questi bonsai provengono da zone con forti gelate in inverno. Questi bonsai possono tollerare temperature invernali di -10°C o inferiori.

Saperne di più...


Cura dei bonsai - Rinvasare: Quando è il momento giusto ?

  • Compattazione del terreno bonsai: Molti terreni bonsai si disintegrano nel tempo e poi devono essere sostituiti.
  • Se la massa radicale è troppo grande per il vaso di bonsai. Le balle radici vengono poi ridotte mediante rinvaso con potatura.
  • In caso di mancanza di ossigeno nella zona delle radici. Soprattutto quando il terreno dei bonsai e' troppo fine.
  • I parassiti si sono accumulati nel terreno. Raramente un motivo di rinvaso. A volte e' una possibilita'.
  • Quando il terreno è salinato ad esempio dopo un'eccessiva concimazione con un fertilizzante minerale (sale nutritivo).

Rinvaso Bonsai - Informazioni generali

  • Il momento migliore per il rinvaso della maggior parte delle Bonsai è l'inizio della primavera (da fine febbraio a inizio aprile). Gli infortuni alle radici possono guarire velocemente.
  • Alberi più giovani e a crescita rapida vengono rinvasati ogni 1-2 anni. Con il Bonsai adulto (la formazione è essenzialmente completata) normalmente è sufficiente un ritmo di 3-5 anni.

Saperne di più...