Bonsai

Notizie da noi   Che cos'è un bonsai ? Comprare un Bonsai

Che cos'è un bonsai ?

I bonsai (che in giapponese 盆栽, significa "piantato in vaso") sono alberi impostati in un vaso con l'utilizzo di determinate tecniche. La parola Bonsai è composta dalle due parti Bon = vaso e Sai = pianta.

Albero bonsai in questo contesto è sinonimo del termine bonsai. A rigor di termini, l'albero dei bonsai è una ripetizione inutile perché un bonsai è sempre un albero. La maggior parte degli amici dei bonsai usa semplicemente il termine bonsai per un albero bonsai.

Allo stesso tempo, bonsai è un'arte da giardino asiatica per impostare e curare tali alberi. Tale arte è praticata principalmente in Giappone e Cina.

I bonsai nani restano sempre piccoli ?

Su Internet puoi spesso leggere come definizione di bonsai: è un "albero nano giapponese" o "Tecnica di coltivazione giapponese grazie alla quale le piante diventano adulte ma restano di dimensioni molto ridotte". L'idea che i bonsai siano piccoli è così diffusa che la parola bonsai è spesso usata come sinonimo di "piccolo".

La convinzione che i bonsai siano piccoli o addirittura nani è sbagliata. Il bonsai è soprattutto un albero progettato con arte in un vaso. Non si tratta affatto di una questione di dimensioni, come si evince dalle immagini.



Comprare bonsai

Qui puoi acquistare il tuo albero dei bonsai. Tutti i bonsai sono fotografati singolarmente e dopo un acquisto nel nostro negozio online, ottengono esattamente l'albero dei bonsai che hanno ordinato. Imballato in modo sicuro, l'albero verrà consegnato rapidamente. Inviamo tutti gli ordini, che arrivano nei giorni feriali fino alle 14 nella nostra scuola di bonsai, lo stesso giorno.

Bonsai acquistati frequentemente

Queste specie di bonsai vengono spesso acquistate perché non sono complicate nella cura dei bonsai. Altre specie di facile cura possono essere trovate sotto i bonsai per i principianti.

Per ulteriori informazioni sull'acquisto di bonsai online nel nostro negozio, visitate il sito: Comprare alberi bonsai


Novità dal nostro vivaio bonsai

Giusto in tempo per il rinvaso, abbiamo preparato un articolo dettagliato sul tema del rinvaso dei bonsai (Perché ?, Quando ?, Strumenti e materiali necessari, Istruzioni passo dopo passo). Divertiti leggendo.


Rinvaso bonsai

Perché rinvasare ? Quando rinvasare ? Istruzioni passo per passo Scelta del vaso Attrezzi necessari

Se si vuole progettare un bonsai con successo, prima di tutto bisogna pensare a prendersene della cura dei bonsai.

Il rinvaso dei bonsai è una delle tecniche di manutenzione più importanti ed è fondamentale per mantenere gli alberi bonsai in salute a lungo termine. Sfortunatamente, è una tecnica spesso trascurata o eseguita in modo errato. Il rinvaso dei bonsai non è complicato, bensì si tratta di una tecnica semplice e basilare in orticoltura.

In sostanza, bisogna rinvasare al momento giusto, scegliere un vaso per bonsai adatto e utilizzare il giusto terriccio per bonsai. In questa pagina abbiamo cercato di riassumere i punti da tenere in considerazione durante il rinvaso di un bonsai. Prima di entrare nei dettagli, è necessario spiegare perché i bonsai devono essere rinvasati.

Perché è importante rinvasare i bonsai ?

I bonsai sono esseri viventi, in continua evoluzione, sia sopra che sotto terra. Per crescere bene e prosperare, hanno bisogno di energia (ottenuta attraverso la fotosintesi nelle foglie e immagazzinando zuccheri) e di sostanze nutritive, che prendono dal terreno. Per poter assorbire i nutrienti, hanno bisogno di molte radici, che si formano costantemente nel terreno.

Poiché l’albero ha a disposizione uno spazio limitato nel vaso, l'intero substrato per bonsai verrà riempito di radici dopo un certo lasso di tempo. Questo comporta il problema della mancanza di spazio per nuove radici.

E c'è un problema ancora più grande: tutti i macropori del terreno sono pieni di radici ma l'aria di questi pori è molto importante per le radici stesse. Come tutte le cellule, quelle delle radici hanno bisogno di ossigeno per vivere. Sebbene l'ossigeno sia prontamente disponibile nell'aria sopra il suolo, l'apporto di ossigeno nel terriccio può essere difficile. Senza aria nel suolo non c'è ossigeno, quindi anche le radici esistenti muoiono e, insieme ad esse, il bonsai.

Il problema è aggravato dal deterioramento del terriccio per bonsai nel tempo. Appena dopo il rinvaso, un buon terriccio per bonsai ha una struttura granulosa. A causa dell'influenza degli organismi nel suolo e del "congelamento" in inverno, la struttura del terriccio diventa sempre più fine nel corso di 2-3 anni. Più fine è la terra, tuttavia, minore è lo spazio per i macropori nel substrato, che viene quindi compattato dalle radici appena formate. Alla fine, nel terreno manca sempre l'ossigeno necessario e ciò costituisce un grosso problema per il bonsai.

Un altro problema sorge con il terreno compattato dei bonsai: quando le cellule della radice respirano, viene consumato ossigeno e viene prodotta anidride carbonica. Se il terreno nel vaso è denso e umido, l'anidride carbonica si dissolve nell'acqua e viene prodotto acido carbonico. Di conseguenza, il terreno si acidifica lentamente e costantemente, cosa che la maggior parte degli alberi non gradisce.

Possiamo risolvere tutti questi problemi solo rinvasando regolarmente il bonsai. La terra fine e decomposta viene sostituita da un nuovo substrato più granuloso. E in molti casi parte delle radici viene rimossa da una potatura delle stesse, creando così spazio per una nuova crescita.

Se un bonsai non viene rinvasato regolarmente, col passare degli anni si indebolirà sempre di più e prima o poi morirà. Non dovrebbe arrivare a questo punto. Inoltre, più a lungo si aspetta a rinvasare, più difficile sarà l'intervento per l'albero e per il bonsaista. È quindi spesso estremamente difficile e faticoso rimuovere il vecchio terriccio per bonsai.

Ma nessuna regola è senza eccezioni: senza rinvaso, l'intera crescita rallenta nel corso degli anni. Le distanze tra i nodi fogliari (internodi) su un germoglio si accorciano. Spesso anche gli alberi fioriscono meglio e questo può valorizzare l'aspetto invecchiato di alberi più maturi. Ciò significa che con alberi maturi a volte può essere utile rallentare un po' la crescita posticipando il rinvaso di 1 anno per tali bonsai.

Quando dovrebbero essere rinvasati i bonsai ?

La cosa più importante da tenere a mente è che un bonsai deve essere rinvasato quando il terriccio diventa troppo compatto. La compattazione del terreno aumenta principalmente a causa della crescita delle radici e del lento decadimento del terriccio per bonsai. Di conseguenza, a seconda della velocità di crescita delle radici e del tipo di terriccio per bonsai, un bonsai deve essere rinvasato dopo circa 3-5 anni.

Le giovani piante di specie arboree a crescita rapida (la maggior parte dei bonsai di acero, olmo e melo) spesso devono essere rinvasate dopo 1-2 anni. I bonsai più vecchi (in cui la modellatura è in gran parte completa) di specie arboree con crescita lenta delle radici (ad esempio bonsai di pino, larice o ginepro) possono spesso resistere 1-2 anni in più nello stesso substrato.

L'intero articolo può essere trovato su:   Rinvaso bonsai


Bonsaischule Wenddorf - Profilo

Il nostro vivaio Bonsai, oggi situato a Wenddorf (Germania), è stato fondato nel 1993 come centro Bonsai a Lipsia. L'obiettivo più importante fin dall'inizio era la coltivazione della materia prima di alta qualità di bonsai.

In Europa, c'è poca esperienza con esso. Pertanto, tutte le tecniche dovevano essere sviluppate indipendentemente. La maggior parte degli amici bonsai sa: un viaggio lungo e arduo. Oggi abbiamo fatto un buon passo avanti verso il nostro obiettivo. 10000 spazi bonsai con radici molto buone lo indicano.

In qualità di rivenditore specializzato di bonsai, siamo stati fondati nel commercio dei rivenditori di bonsai via Internet dal 1999. Oggi inviamo molti 1000 ordini all'anno. Puoi anche venire a trovarci direttamente a Wenddorf e scegliere tra noi il tuo bonsai.

Per garantire i prezzi migliori, importiamo quasi tutti i prodotti direttamente dal produttore. Soprattutto da Cina, Giappone, Taiwan, Spagna.